Diagnosi e progressione della SM

Capire la SM dall'inizio

La diagnosi di sclerosi multipla (SM) si basa sia su un esame clinico da parte di un medico specialista, il neurologo, sia su un'analisi del sistema nervoso centrale (SNC) mediante una tecnica di risonanza magnetica (RM).

Per le persone con SM, la diagnosi è spesso inaspettata. La malattia colpisce le persone in modi diversi e il suo decorso dà luogo a esperienze sia negative che positive. Affinché le persone possano gestire nel modo migliore la malattia, è importante uno scambio regolare di informazioni ed esperienze con la famiglia, gli amici e il medico di famiglia. Il video seguente mostra come un approccio aperto alla malattia possa aiutare i pazienti:

Il decorso e le manifestazioni della sclerosi multipla sono differenti in persone diverse. Il tipo e il numero di sintomi, la frequenza, la durata e la gravità delle ricadute e la progressione variano da paziente a paziente. Tuttavia, i medici parlano di tre forme principali di SM: SMRR, SPMS e PPMS.

RRMS: sclerosi multipla recidivante-remittente

Nella sclerosi multipla recidivante/remittente (SMRR) i sintomi (ad esempio difficoltà visive, formicolio alle mani, ecc.) compaiono improvvisamente e durano da qualche giorno a qualche settimana. Poi si placano di nuovo. Tra due attacchi di SM possono passare diverse settimane o mesi, a volte anche anni. All'inizio della malattia, la grande maggioranza dei pazienti (circa l'85%) ha la SMRR.

SPMS: sclerosi multipla secondaria progressiva

In alcuni pazienti, la SM si sviluppa in SPMS (SM secondaria progressiva) dopo alcuni anni, cioè inizia un decorso progressivo. In questo caso, la malattia progredisce anche indipendentemente dalle ricadute. Il più delle volte, questi sintomi della SM non sono chiaramente percepibili (per esempio, l'attenzione e la concentrazione durante le conversazioni diventano sempre più difficili, la fatica aumenta durante il giorno, l'equilibrio quando si cammina si deteriora, ecc. ). Non è possibile prevedere se e quando avverrà la transizione dalla SMRR alla SMSP. Un trattamento appropriato può ritardare questo fenomeno.

PPMS: sclerosi multipla primaria progressiva

In circa il 15% delle persone con SM, la malattia è progressiva dall'inizio, cioè progredisce continuamente. Questa è chiamata "SM primariamente progressiva" o PPMS in breve. La PPMS colpisce principalmente i pazienti la cui malattia è iniziata più tardi e nei quali la sclerosi multipla compare per la prima volta a più di
40 anni.

Diagnose

Diagnosi
 

Schubförmige MS

Sclerosi multipla
recidivante-remittente

Progrediente MS

SM-progressiva
 


Società svizzera di sclerosi multipla https://www.multiplesklerose.ch/fr/ (ultima consultazione 15.02.2022)
Neurologen und Psychiater im Netz über Multiple Sklerose (MS) https://www.neurologen-und-psychiater-im-netz.org/neurologie/erkrankungen/
multiple-sklerose-ms
(in tedesco, ultimo accesso il 15.02.2022)
Atlante della SM 3a edizione. Federazione Internazionale della SM, https://www.atlasofms.org/map/global/epidemiology/number-of-people-withms,
(ultimo accesso 03/12/2021)
AMSEL e. V. Deutscher Verband für MS-Betroffene www.amsel.de (in tedesco, ultimo accesso 15.02.2022)
National Institute of Neurological Disorders and Stroke https://www.ninds.nih. gov/Disorders/Patient-Caregiver-Education/Hope-Through-
Research/ Multiple-Sclerosis-Hope-Through-Research#whatisMS
(ultimo accesso 15/02/2022)
MS Trust https://mstrust.org.uk/ (in inglese, ultima consultazione: 15/02/2022)

CH2205182212